Il “pretérito perfecto simple”: i verbi irregolari (I)

Dopo un primo approccio che abbiamo fatto al “pretérito perfecto simple”, cioè, al passato remoto, è arrivata l’ora di rimboccarsi le maniche e di iniziare a vedere i temuti verbi irregolari, che non sono tanti ma purtroppo sono molto comuni. Se vi fermate un attimo a pensare anche in italiano ci sono tanti verbi irregolari fra i più usati: avere (io ebbi), dire (io dissi), sapere (io seppi)… Una buona notizia è che molti di questi verbi sono irregolari anche in spagnolo, quindi ancora una volta gli italiani partono con un bel vantaggio rispetto alle persone degli altri paesi.

“Estar, tener y andar”: verbi con “-uv-“

Un trucco per non farsi sconfiggere dai verbi irregolari è fare mentalmente dei piccoli gruppi con i verbi che cambiano nello stesso modo nel “pretérito perfecto simple“. Per esempio, c’è un piccolo gruppo con i verbi “estar“, “tener” e “andar“, che si formano aggiungendo “-uv-” alla radice: “yo est-uv-e“, oppure “nosotros and-uv-i-mos“. Quindi la coniugazione di questi tre verbi sarebbe:

  • Yo estuve, tuve, anduve
  • Tú estuviste, tuviste, anduviste
  • Él, ella estuvo, tuvo, anduvo
  • Nosotros, -as estuvimos, tuvimos, anduvimos
  • Vosotros, -as estuvísteis, tuvísteis, anduvísteis
  • Ellos, -as estuvieron, tuvieron, anduvieron

Verbi con “-j-“

Ci sono alcuni verbi che formano il “pretérito perfecto simple” con la famosa “jota”. Sono verbi che provengono dal latino e che formavano il perfetto con la “x”. Quindi in questo gruppo abbiamo verbi come “conducir”, “decir”, “traer”, “deducir”… Se ricordiamo il latino il perfetto di questi verbi era: “duxi”, “dixi” e “traxi”. Per tanto, abbiamo:

  • Yo conduje, dije, traje
  • Tú condujiste, dijiste, trajiste
  • Él, ella condujo, dijo, trajo
  • Nosotros, -as condujimos, dijimos, trajimos
  • Vosotros, -as condujísteis, dijísteis, trajísteis
  • Ellos, -as condujeron, dijeron, trajeron

Come vedete, la chiave è fare dei gruppi con questi verbi e ricordare che sono “regolari nell’irregolarità”, nel senso che una volta imparato “conducir” abbiamo anche “traer” e “deducir” perché sono uguali.

Presto vedremo il resto di verbi irregolari, che hanno altre caratteristiche, come cambi di vocali dall’infinito o radici che cambiano completamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *