La formazione degli aggettivi

In spagnolo la formazione degli aggettivi è molto simile a quella in italiano. Gli aggettivi possono finire:

  • In “-o”, quelli maschili: “gordo, delgado, pequeño…”.
  • In “-a”, quelli femminili: “alta, baja, lista (furba, intelligente)”.
  • In “-e” o consonante quelli neutri, cioè, che vanno bene sia per il maschile che per il femminile: “fuerte, fácil, enorme, torpe (imbranato, -a), grande…“.

Quindi, per cambiare il genere di un aggettivo dei primi due gruppi, basta cambiare la vocale finale: “gorda, delgada, pequeña, alto, bajo, listo…“. Nei neutri non serve nessun cambiamento: “un partido fácil, una prueba fácil, un hombre fuerte, una mujer fuerte“.

Questo al singolare. Per formare il plurale di questi aggettivi dobbiamo aggiungere:

  • “-s” per gli aggettivi che finiscono in vocale, siano femminili, maschili che neutri: “gordos, delgados, altas, bajas, fuertes, enormes…“.
  • “-es” per gli aggettivi che finiscono in consonante: “fáciles, difíciles“. Notate che di solito questi aggettivi guadagnano una sillaba al plurale ma l’accento rimane invariato. Non “faCIles” ma “ciles“.

Sembra semplice, no? Lo è! Ovviamente la parte più difficile è ricordare quali sono gli aggettivi che finiscono in “-e” e che fanno il plurale in “-es”; altrimenti sarete tentati di dire “hombres fuertos” o cose del genere… Ma credetemi, succederà molto di rado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *